Dove trascorrere un weekend tra i vigneti nelle Marche

Il periodo della vendemmia si è da poco concluso e quest’anno sono riuscita a realizzare uno dei miei più grandi desideri, quello di trascorrere un weekend tra i vigneti.

Agli inizi di ottobre ero nelle Marche, a spasso tra i borghi più belli della provincia di Pesaro e Urbino, e ne ho approfittato per alloggiare in un luogo davvero speciale.

Si tratta della Tenuta Santi Giacomo e Filippo, un eco-resort situato tra le colline di Montefeltro, un tempo terre abitate dalla famiglia paterna del celebre pittore Raffaello Sanzio.

Weekend tra i vigneti delle Marche, Tenuta Santi Giacomo e Filippo

Tenuta Santi Giacomo e Filippo, un borgo destinato all’abbandono

In Italia esistono più di 5000 borghi destinanti all’abbandono e circa 200 sono già stati abbandonati.

Negli ultimi anni si sente sempre più spesso parlare di azioni ed incentivi per tornare a ripopolare questi borghi, come il famoso acquisto di una casa a € 1,00.

In diverse zone d’Italia c’è chi ha saputo dare una seconda possibilità alle aree rurali, creando alberghi diffusi o resort eco-sostenibile, come quello della Tenuta Santi Giacomo e Filippo.

Il resort, infatti, è il risultato di una grande azione di recupero di un vecchio borgo del XVIII secolo, che si estende per oltre 300 ettari di terreno e ingloba un fiume, un lago, un vigneto, un maneggio e un’Abbazia, da cui prende il nome la tenuta.

Weekend tra i vigneti: 5 esperienze da vivere nella Tenuta Santi Giacomo e Filippo

La tenuta è il luogo perfetto dove trascorre un fine settimana tra i vigneti. Le vigne si trovano a pochi passi dalla reception e sono la prima cosa che vedono gli ospiti al loro ingresso.

La degustazione di vini di produzione propia, di cui vi parlerò più avanti, non è però l’unica attività da fare durante il soggiorno. Di seguito vi mostro tutti i servizi offerti dalla tenuta.

1. Trekking e lunghe passeggiate rilassanti

Tra le attività più interessanti da fare nel resort c’è il trekking. Si possono percorrere tre sentieri: uno di difficoltà bassa di 1,7 km, uno di difficoltà media di 5,5 km e uno di difficoltà alta di 4,15 km.

L’ultimo è in salita su una collina e termina dinanzi all’installazione permanente dell’artista Giannino Calcagnini chiamata “Il pensiero è più veloce dell’azione”.

2. Centro benessere

Chi predilige il relax alla lunghe camminate, all’interno del vecchio fienile della tenuta può trovare la spa. Sono disponibili diversi trattamenti estetici e tipologie di massaggio, oltre ai tappeti plantari, le piscine, il bagno turco e la sauna.

Inoltre, superato il giardino di erbe e spezie, c’è anche una bellissima piscina all’aperto.

3. Yoga e meditazione

Non mancano gli appuntamenti con lo yoga e la meditazione, discipline a cui gli appassionati non rinuncerebbero neanche in vacanza. La tenuta offre, infatti, lezioni di yoga mattutino, lezioni di tecniche di respirazione, di meditazione classica o con campane tibetane. Io adoro fare yoga e trovo questo servizio davvero imprescindible in un posto del genere.

4. Passeggiate a cavallo

Gli amanti dei cavalli, infine, possono trovare rifugio presso l’Urbino Horses, il maneggio più importante della zona dove fare bellissime passeggiate a cavallo.

5. Degustazione dei vini della tenuta

Ma veniamo alla degustazioni di vini, che poi è il motivo per cui ho scelto questa oasi naturale per il mio weekend tra i vigneti.

La tenuta organizza ogni giorno una visita guidata delle vigne e della cantina della propria azienda agricola. Infine, la degustazione di 6 dei suoi vini biologici.

Si parte dalla storia della tenuta, per poi passare all’installazione delle vigne e alle tecniche di raccolta dell’uva e conservazione del vino.

I vitigni prodotti dalla tenuta sono a bacca bianca come il Bianchello e il Verdicchio, e a bacca rossa come il Sangiovese, tra i più importanti.

La degustazione dura all’incirca un’ora ed è accompagnata da pane e olio d’oliva sempre di produzione propria e costa € 15,00 a persona.

Weekend tra i vigneti: cena e colazione con prodotti a km 0

Dopo la degustazione, un po’ brillocchi, si può concludere la serata al ristorante Urbino dei Laghi, dove anche solo arrivarci è un’esperienza!

Vi spiego perché. Come vi dicevo all’inizio, la tenuta si estende per 360 ettari, per cui non tutte le strutture si trovano raggruppate in un solo posto. Anche le camere degli ospiti solo dislocate in differenti edifici, ovvero in vecchie cascine o casolari lasciate dov’erano un tempo e solo ristrutturate.

Il ristorante si trova a 800 metri dalla reception e per arrivarci bisogna attraversare a piedi il vigneto, oppure, raggiungerlo in auto da una strada esterna al resort.

Avendo bevuto a stomaco vuoto 6 calici di vino, prendere l’auto e guidare nel buio non era la scelta migliore da fare.

Quindi, ci sono arrivata a piedi sotto un cielo stellato e accompagnata dal rumore delle acque del fiume.

Nel menu sono presenti piatti tipici della tradizione marchigiana, rivisitati come si fa in un ristorante di alto livello, ed elaborati con prodotti a km zero.

Lo stesso vale per la colazione, questa volta servita in una sala a lato della reception. Le marmellate, buonissime aggiungerei, sono di produzione propria, così come il miele. Le crostate, i muffin e le torte fatte in casa e i succhi biologici.

colazione in tenuta

Non c’è che dire, questo posto mi ha lasciato un bellissimo ricordo. Consiglio a tutti di andarci, specialmente per scoprire un territorio spesso dimenticato, oscurato da altre regioni vicine.

La tenuta, inoltre, si trova a 20 km da Urbino ed è facilmente raggiungibile anche da Pesaro. Da novembre a marzo resterà chiusa, ma tornerà ad aprire in primavera. Avete tutto il tempo per organizzare un piccola fuga tra le colline marchigiane.

13 Risposte a “Dove trascorrere un weekend tra i vigneti nelle Marche”

  1. Ho visitato questa zona durante il periodo Covid, nel secondo lock down, per lavoro, in totale solitudine e silenzio. Sono luoghi meravigliosi e mi sono sempre ripromessa di tornare a vederli pieni di “vita” e attività. La dritta di un ottimo posto per soggiornare può tornarmi utile.

  2. Da wine lover non posso che essere d’accordo con la tua scelta di passare in week end in vigna. Io cerco sempre posti simili in cui soggiornare e non mi sono mai pentita. Segno anche questa tenuta tra le cose da fare nei prossimi week end..grazie della dritta.

  3. Un nome da segnare, mi sembra molto interessane questo resort sia per la collocazione che per le esperienze da fare, sono quei week end che ti rigenerano realmente, mi piacerebbe organizzarlo

  4. È un bellissimo luogo, l’ho segnato perché non è troppo lontano dell’Emilia, potrebbe essere un’idea per le prime uscite primaverili, grazie!!!

  5. Hai avuto una splendida idea a trascorrere qui un intero week end . Mi sembra che di attività ce ne siano davvero tante e tutte molto interessanti oltre che rilassanti.

  6. Articolo interessante, non conoscevo questa tenuta, sembra molto bella. Me la segno chissà se un weekend riuscirò ad andarci. Anche perchè mi piacciono i vigneti conoscere la storia e fare lunghe camminate.

  7. Ma questo posto è un vero paradiso! Apprezzo molto l’idea di aver recuperato un borgo destinato alla rovina e il concetto di “albergo diffuso” con gli alloggi sparsi nella tenuta è modernissimo. Gli assaggi del vino poi mi hanno veramente convinto che quello è il mio posto per uno dei prossimi fine settimana!

    1. Ha colpito anche me la storia di questo resort. è stato fatto davvero un grande lavoro e in un posto come le Marche è da apprezzare tantissimo!

  8. Sicuramente è un territorio con molto potenziale turistico. E meno affollato rispetto ad altri più famosi. Personalmente adoro i vigneti e il caratteristico paesaggio che creano. Tra trekking, centro benessere, yoga e degustazioni c’è davvero tutto quello che serve per un weekend rigenerante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.