Il mio primo blog tour

Sabato 5 febbraio ha avuto luogo il primo blog tour di Barcellona, un’esperienza bellissima che ho voluto fortemente e che sicuramente ripeterò in futuro.

Il blog tour è un evento organizzato allo scopo di far conoscere una destinazione turistica a bloggers ed influencer che poi, attraverso articoli, post e storie su Facebook ed Instagram, la faranno conoscere anche ai propri followers.

Essendo la prima volta che progettavo qualcosa del genere, non ero molto sicura del fatto che altri bloggers avrebbero accettato, e invece, mi sono dovuta ricredere.

Martina Currà di Mamma, unesco a fare un giro, membro attivo della community Travel Blogger Italiane, è stata la prima ad imbarcarsi in questa avventura. Il suo entusiasmo e positività mi hanno motivata ad andare avanti.

Così, ho contattato Davide Centonze, autore del blog Destino Barcellona e della prima guida (di viaggio e di vita) di Barcellona intitolata “Io sono Barcellona”.

Ed infine Elisa Valentinelli, ideatrice, insieme al suo compagno Antonio, della pagina IG Dove Mangiare a Barcellona. Una guida utile e sincera per chi desidera vivere Barcellona da un punto di vista gastronomico.

Nel giro di una settimana, eravamo pronti per il tour.

Cosa prevedeva il blog tour di Barcellona

Come prima volta, ho pensato fosse carina l’idea di combinare una visita della città con una tappa gastronomica. La scelta dei bloggers, infatti, non è stata casuale.

Davide è innamorato folle di Barcellona e i suoi racconti ci hanno fatto scoprire luoghi e storie della capitale catalana che ignoravamo, pur vivendo da anni a Barcellona. Inoltre, è stato proprio lui a suggerire di iniziare questo tour dal quartiere gotico, per ripercorrere le origini di questa città.

Elisa, invece, è appassionata di gastronomia ed ero sicura che avrebbe trovato il ristorante giusto dove portarci per concludere la visita.

Cosa abbiamo visitato di Barcellona

Il tour è iniziato da Plaza Catalunya, la piazza più grande della città e crocevia di alcune delle principali arterie di Barcellona, dove confluisce una fitta rete di trasporti e si trovano molti edifici e commerci importanti della ciudad condal.

A Plaza Catalunya ci siamo soffermati per ammirare le ventotto sculture installate tra il 1927 ed il 1929 in occasione dell’esposizione universale, tra le quali spiccano La Diosa di Josep Clarà e Barcelona di Frederic Marès.

LEGGI SU INSTAGRAM LO STRANO LEGAME TRA LA DIVINITÀ GRECA, HERMES, E BARCELLONA


Poi, ci siamo addentrati nel barrio gotico e ripercorso alcune delle vie più antiche di Barcellona, che risalgono alla Barcino romana fondata nel II secolo a. C. dall’Imperatore Cesare Augusto.

Espai Quera, la libreria gastronomica di Barcellona

Dopo la passeggiata per le vie della Ciutat Vella, siamo giunti al ristorante scelto da Elisa: Espai Quera.

Espai Quera si trova in Calle Petritxol 2, conosciuta come la via del cioccolato, ed è la libreria più antica di Barcellona specializzata in escursionismo e alpinismo.

Fu aperta da Josep Quera nel lontano 1916 e per decenni è stata il punto di riferimento per gli appassionati di montagna. In questa piccola libreria, infatti, era possibile trovare libri sui rifugi di montagna e mappe geografiche, necessari per andare alla scoperta del territorio.

Oggi, esiste anche una sezione dedicata ai turisti che vogliono conoscere il folclore e la cultura catalana, e non solo la natura; una sezione dedicata alla letteratura di viaggio e una alla gastronomia locale.

Restando in tema di gastronomia, nel 2019 il pronipote di Josep Quera ha voluto rinnovare il locale ed aggiungere nella parte posteriore un piccolo ristorante, laddove un tempo c’era il salone e la cucina della vecchia casa della famiglia Quera.

Sulle pareti della sala sono stati collocati i poster autografati di diversi alpinisti ed escursionisti famosi che sono passati per la libreria, mentre ai tavoli sono state aggiunte piccole vetrine contenenti i libri di teatro scritti o editati proprio dal bisnonno Quera.

Cosa mangiare all’Espai Quera

Il ristorante dell’Espai Quera offre piatti tipici della tradizione gastronomica catalana, da condividere con gli altri commensali. Un menù semplice, ma dai prodotti locali e genuini, che noi abbiamo apprezzato tantissimo.

Per farvi venire un po’ d’acquolina in bocca, vi racconto cosa abbiamo ordinato. Tra le specialità di Espai Quera abbiamo scelto i cannelloni, dei deliziosi panini al pan de coca (un tipo di pane dalla corteccia fina e croccante) ripieni di sobrasada (un salame elaborato con carne e grasso di maiale speziato), miele e formaggio brie oppure di cipolle caramellizzate, noci e formaggio di capra. Ancora escalivada (peperoni rossi, melanzane, pomodori e cipolle grigliati) con acciughe del cantabrico e formaggio di capra e, infine, le crocchette ai funghi. Il tutto accompagnato da un ottimo Perro verde, un vino bianco dolce di D.O. Rueda.

Sono molto contenta di aver fatto questa esperienza. Martina, Davide ed Elisa sono delle persone stupende. Mi sono subito sentita a mio agio con loro e mi sono anche divertita tanto.

Vi lascio una nostra e foto e vi invito a seguirci su Instagram per continuare a conoscere la nostra bella e amata Barcellona.

5 luoghi di Barcellona che non tutti conoscono

25 Risposte a “Il mio primo blog tour”

  1. Barcellona è la capitale europea che preferisco e nella quale potrei vivere tranquillamente. Molto interessante questo blog tour infatti ho scoperto che molte cose durante il mio viaggio me le sono perse. Ad esempio non sono stata al ristorante Espai Quera che mi sembra meriti di essere visto. Sicuramente quando ci tornerò terrò a mente i tuoi consigli.

  2. Chissà che bella esperienza fare un blog tour. E che bello farlo a Barcellona per la prima volta, una città meravigliosa che adoro! Complimenti e continua così!

  3. Avevo seguito le tue stories su Instagram, davvero un bel tour con tappe non conosciute da tutti come la statua di Hermes! Avrei partecipato volentieri avendo a disposizione del tempo per poter venire.

  4. Bellissimo tour! Sarò a Barcellona in tarda primavera e sicuramente non mi perderò una sosta al Espai Quera. Magari ti troverò intenta a progettare un nuovo emozionante blog tour!

    1. Ma dai si! Fammi sapere quando arrivi. Non si sa mai, potresti ritrovarti con questa bella combriccola hehe!

  5. Amo Barcellona e apprezzo tantissimo il blog tour che hai organizzato! Stupenda la libreria gastronomica: una vera chicca! E poi la città è bella sempre!

  6. Molto carina l’ida del blog tour che unisce le diverse esperienze. Che dire del locale che avete scelto? Io adoro i libri e trovo che l’idea sia veramente bellissima.
    Sono stata a Barcellona tantissimi anni fa, ho voglia di tornare e vedere tutto quello che mi sono persa

  7. Anche io ero a Barcellona sabato scorso 🙂
    Sai che sono abbastanza sicura di essere passata davanti a Espai Quera e di aver pensato “wow ma che posto figo!”? Solo che ormai ne avevo già girati 4 di localini, ero davvero full! 🙂
    Un weekend favoloso.

  8. Hai organizzato davvero uno splendido evento, ti faccio i miei complimenti a te e agli altri partecipanti al blog tour.

  9. Poiché adoro Barcellona e il cibo di questa città, direi che questo blog tour piacerebbe moltissimo anche a me. In effetti, penso che sia uno dei posti dove ho mangiato meglio in assoluto. Non conoscevo la libreria gastronomica e me la segno assolutamente perché finora l’unico posto simile in cui sia stata è una libreria con cucina a Londra: trovo che mettere insieme la cultura letteraria e quella gastronomica sia sempre una garanzia si successo.

    1. E’ una bella idea, concordo in pieno. Mi piacciono questo genere di combinazioni. Qui a Barcellona esistono diverse realtà e tutte belle!

  10. Capisco benissimo come ti senti. Anche io ho organizzato un blog tour esperenziale nella mia città che mi ha dato molta soddisfazione e mi ha fatto imparare davvero molto, soprattutto sui blogger con cui non collaborare! Solo in determinate occasioni riesci davvero a capire chi effettivamente partecipa per amore del mestiere e chi invece per avere una vacanza gratuita!

    1. Aia!! Mi sono anche scontrata con persone con richieste un po’ insolite, però sono riuscita a creare un bel gruppo!

  11. Forse ti meraviglierai, ma ho girato mezzo mondo e non sono ancora riuscita a vedere Barcellona. Spero di riuscire a vederla prima possibile, intanto grazie per le dritte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.